Si entra nella fase finale delle qualificazioni del German Masters, disputate al Chase Leisure Centre. Giunti al termine altri dodici match. Ventiquattro i giocatori che hanno ottenuto l’accesso al tabellone principale. Vince agevolmente Shaun Murphy. John Higgins esce sconfitto ancora contro Noppon Saengkham. Mark Allen batte Sunny Akani e giocherà dunque al Tempodrom. Eliminati Lisowski e Carter.

Continuano a Cannock le qualificazioni del German Masters, torneo full ranking che si disputerà il prossimo gennaio. Disputati già complessivamente ben 72 match, con il tabellone principale che prende sempre più forma. Nei prossimi tre giorni saranno altri otto i giocatori proveranno a qualificarsi per un posto nella splendida location del Tempodrom di Berlino.

Nella prima sessione, ottima prova di Shaun Murphy, che ha avuto la meglio su Mark King con un sonante 5-1. Il finalista della scorsa edizione del campionato del mondo, dopo essere rientrato soltanto la scorsa settimana alle competizioni, sta ritornando ad esprimere il gioco brillante che lo caratterizza quando in buona forma.

Murphy ha mostrato progressi dal punto di vista del gioco di serie, fondamentale determinante per poter vedere al meglio espresse le sue caratteristiche. King, giocatore che fa delle imbucate dalla distanza e della tenacia nell’aspetto difensivo, è riuscito a portare a casa soltanto il primo frame, conquistato con un break da 74 in risposta al 61 iniziale dell’avversario. Il campione del mondo 2005 ha poi piazzato tre serie di qualità consecutive (100, 76 e 93) per andare avanti alla pausa 3-1. Mostrando come si sia evoluto il suo gioco negli anni, Murphy ha poi vinto due frame equilibrati, con lunghe fasi tattiche, conquistando così la vittoria.

John Higgins, dopo la finale al Northern Ireland Open, esce sconfitto dal match contro Noppon Saengkham, autore di una prestazione autorevole. Il thailandese aveva giocato uno snooker eccezionale già nel primo confronto stagionale contro il quattro volte campione del mondo, in Championship League. Allo stesso modo il ventinovenne di Samut Prakan ha dominato nelle fasi finali del match, non lasciando chance all’avversario.

Higgins era partito meglio nell’incontro, passando subito avanti con un mezzo centone tondo. Saengkham ha risposto con un centone (105), con lo scozzese bravo a rispondere subito presente, con una serie da 138. Cruciale per l’intero match il lunghissimo e frammentato quarto frame, caratterizzato da lunghi scambi tattici. Il thailandese se lo è aggiudicato con il punteggio di 54-22. Dopo la pausa, Higgins non ha difatti più avuto chance. Solo 4 i punti messi a segno da Higgin. Con Saengkham che si è aggiudicato l’incontro con serie consecutive da 132, 78 e 79.

Dà continuità alle proprie prestazioni Mark Allen, che in un match tirato, sconfigge con il punteggio di 5-3 Sunny Akani. Nona vittoria consecutiva per il nordirlandese, che non perde dal match disputato ad agosto contro Hossein Vafaei al British Open.

Il mancino di Antrim ha dovuto offrire una prestazione solida per avere la meglio sul thailandese, giocatore capace di pungere nonostante il ritmo di gioco sopra la media. Proprio Akani è partito meglio dai blocchi, realizzando due serie consecutive di qualità per portarsi in vantaggio 2-0 (83, 78). Allen non ha però accusato il colpo ed ha risposto con la stessa moneta. Con break da 95 e 133 si è andati alla pausa in parità. Al rientro in sala, la qualità ha lasciato spazio alla lotta (e a qualche errore in più).

Allen ha vinto il quinto con il punteggio di 63-54, mentre Akani ha punito un errore inaspettato dell’avversario per portarsi sul 3-3. Nei seguenti due frame il thailandese ha preso sempre per primo in mano il gioco, ma non è riuscito ad essere punitivo. Il numero nove al mondo ha quindi portato a casa il successo con due chirurgici break da 73 e 72.

A sorpresa, almeno per quanto riguarda la posizione in classifica e il valore complessivo, eliminati Jack Lisowski e Ali Carter. Il mancino di Cheltenham è stato sconfitto da un giocatore sempre pericoloso come Liam Highfield. Il numero 44 al mondo si è imposto con il punteggio di 5-3. Nonostante Lisowski sia riuscito, come al solito, ad assicurarsi frame grazie al gioco di serie, alla lunga e nei frame tattici è stato Highfield ad imporsi.

Dopo l’ottima prestazione contro Ajaib (5-0), Highfield è partito subito forte, vincendo i primi tre parziali. Con due mezzi centoni l’inglese si è garantito il vantaggio alla pausa, con Lisowski che ha limitato i danni con una splendida serie da 104. Dopo la pausa, Highfield è andato ad uno dal match portandosi a casa il quinto con il punteggio di 58-22. Lisowski ha reagito accorciando sul 4-3 con due sessantoni, ma alla fine, in due tempi, è stato Highfield a qualificarsi pe il tabellone principale del German Masters.

Ali Carter, dopo un avvio non brillante contro Milkins ieri, ha potuto poco contro Lyu Haotian, giocatore discontinuo ma di grande talento. 5-1 il punteggio in favore del cinese,che dallo 0-1 si è aggiudicato cinque frame consecutivi. Carter, dopo aver vinto il primo, non è riuscito ad incidere, nonostante abbia avuto più di un’occasione per rientrare nel match. Lyu ha alzato il ritmo nella parte finale del match. Serie da 52, 89, 52 e 80 hanno permesso al ventitreenne di Pechino di giocare il tabellone principale a gennaio.

Dopo aver sconfitto Thepchiaya Un-Nooh ieri (autore di un 147), Fan Zhengyi ottiene un importante successo per poter restare sul circuito. Il ventenne di Harbin ha sconfitto al decider il più esperto Lu Ning, semifinalista allo scorso UK Championship. Dal 4-3 in favore di Lu, Fan è riuscito a ribaltare la situazione, realizzando una serie da 85 per ottenere il successo.

Negli altri match di primo turno, continua il gran momento di Cao Yupeng, che ha sconfitto 5-2 Robbie Williams. Il cinese ha contenuto la rimonta dell’avversario dopo essere andato avanti 3-1, realizzando un centone e tre mezzi centoni. Primo successo stagionale per Kurt Maflin, che ha avuto la meglio su Andy Hicks con il punteggio di 5-2, recuperando dallo 0-2.

Dopo la buona prestazione al Northern Ireland Open, con i quarti raggiunti, battuto Mitchell Mann, sconfitto 5-1 dal dilettante e campione Seniors in carica David Lilley. Jimmy White è stato ad una sola bilia dal successo, ma alla fine si è dovuto arrendere al decider a Ryan Day. White era andato sotto 2-0, ma poi con una grande rimonta si era portato sul 4-2. Nel settimo i due si sono giocati l’esito del frame sulla nera, con il gallese che l’ha imbucata per accorciare sul 4-3, vincendo il parziale 49-48. Con serie da 60 e 65, Day ha strappato un successo risicato.

Sito ufficiale con risultati completi e tabellone delle qualificazioni del German Masters

Sull'autore

Marco Staiano

Le sale fumose, i cazzotti, bere fino all'alba, scommettere l'ultima sterlina sul frame decisivo. Gilet all'ultima moda e cravatte sgargianti. Il genio e la sregolatezza in una stecca. Le macchine da guerra del panno verde. Il Crucible Theater. Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *