Conclusa la prima giornata del British Open, terzo torneo della stagione 2022/2023. Alla Robin Park Arena di Wigan completati i primi otto match della competizione. Chen Zifan contiene la rimonta della campionessa del mondo Mink Nutcharut, mentre Zhang Anda lascia un solo frame a Stephen Hendry. Robbie Williams vince al decider contro Hugill, Li batte con un secco 4-0 Highfield.

Dopo dieci giorni di pausa, iniziate le qualificazioni del British Open. Conclusa la prima delle sei giornate che stabiliranno il tabellone principale, che si disputerà dal 26 settembre al 2 ottobre. Il torneo fu disputato per la prima volta nel 1985, diventando uno degli eventi fissi del circuito per più di vent’anni. Dopo l’edizione 2004 vinta da John Higgins, si è ritornato a giocare soltanto lo scorso anno, nell’edizione vinta da Mark Williams in finale su Gary Wilson.

Rispetto allo scorso anno il format si allungherà, con i match che già da quest’oggi si sono disputati al meglio delle 7 partite. La finale sarà Resta invariato invece il sorteggio casuale nel main-draw, che aggiungerà senza dubbi un tocco di imprevedibilità agli accoppiamenti. Sede di gioco delle qualificazioni è la Robin Park Arena, mentre le fasi finali si disputeranno nell’ormai familiare Marshall Arena di Milton Keynes.

Sfuma ancora il primo successo sul circuito professionistico per la thailandese Mink Nutcharut, che si è arresa con il punteggio di 4-2 al cinese Chen Zifan. Il numero 93 al mondo è riuscito agevolmente a passare avanti 3-0. Il ventiseienne di Xian ha realizzato una serie da 77 nel primo frame per poi gestire con una certa tranquillità gli altri due. La campionessa del mondo in carica ha fatto vedere belle cose nelle imbucate singole, non riuscendo mai però a mettersi in serie e commettendo più di un’imprecisione.

Chen viene da un’annata particolarmente negativa, in cui è riuscito a vincere un solo match e rischia seriamente di uscire dal circuito. Dopo essersi salvato grazie alle one-year ranking list nel 2020, quest’anno ha bisogno di cambiare marcia per poter restare sul Tour. Dal 3-0, il cinese ha iniziato a sbagliare sia in attacco che nelle scelte tattiche. Mink ha preso coraggio e si è aggiudicata due parziali consecutivi, rifacendosi sotto. In un sesto frame spezzettato è stato però il più esperto Chen ad avere la meglio, chiudendo sul 74-30.

Successo netto per Zhang Anda, che lascia un solo frame al sette volte campione del mondo Stephen Hendry. Il giocatore cinese, autore del primo 147 in stagione, già dallo scorso anno sta dimostrando di valere molto di più di quello che dice la sua classifica. A trent’anni Zhang sta probabilmente giocando il suo miglior snooker in carriera e quest’oggi ha lasciato le briciole all’illustre avversario. Hendry, al decimo torneo disputato dal suo rientro nel 2020, ha avuto un lampo nel terzo frame ma non ha poi avuto concretamente la possibilità di entrare nel match.

Hendry è partito bene nel primo frame, andando avanti 42-0, prima di ritrovarsi velocemente indietro 2-0. Nel terzo frame lo scozzese ha reagito con un mezzo centone (54), prima di chiudere in due tempi e riportarsi così sotto. Dal terzo parziale in poi però l’ex-numero uno al mondo non ha più avuto neanche l’occasione di entrare al tavolo, non imbucando difatti nessun’altra bilia. Con rapide serie da 78 e 75 il cinese ha chiuso i conti, rimanendo ancora imbattuto in stagione (due vittorie e tre pareggi in Championship League).

Robbie Williams ha vinto una sfida molto equilibrata contro Ashley Hugill, sconfiggendolo soltanto al frame decisivo dopo essere stato a un solo frame dalla sconfitta. L’ex-campione del mondo dilettanti ha dato prova di grande crescita la scorsa stagione e i miglioramenti nel suo gioco si notano in maniera evidente. Nonostante un centone (101) e altre due belle serie (61, 68), alla fine a imporsi è stato Williams. Il mancino di Wallasey ha pareggiato i conti con un break da 63 e poi in un teso frame decisivo l’ha spuntata imbucando la nera decisiva dopo un errore dell’avversario (54-51 il punteggio).

Eliminato invece Liam Highfield, sconfitto nettamente da Li Hang. Il giocatore inglese ha avuto una buona chance per vincere il primo frame, ma dopo aver sciupato un iniziale vantaggio, ha finito per doversi rapidamente arrendere al cinese. Il numero 49 ha già dato prova di essere in ottima forma e dall’1-0 ha piazzato consecutivamente serie da 81, 130 e 107 per conquistare un agevole successo.

Negli altri match del British Open, vincono anche gli altri due giocatori cinesi impegnati. Xu Si, in un incontro lungo ed equilibrato, allunga nel finale con due mezzi centoni per sconfiggere 4-2 il neo-professionista indiano Himanshu Jain. Ottima vittoria anche per il dilettante Zhao Jianbo, che passa avanti contro Jackson Page, prima di subire la rimonta del gallese e chiudere al decider. Successo anche per un altro ex-professionista, Steven Hallworth, che batte 4-2 Julien Leclercq. In un incontro di qualità, il belga ha realizzato due centoni consecutivi per passare avanti, ma è stato l’inglese ad aggiudicarsi tre frame consecutivi, dopo aver aperto con una serie da 130 (la più alta di giornata). Ben Mertens gioca un buon match e sconfigge 4-1 l’australiano Ryan Thomerson.

Sito ufficiale con risultati completi e tabellone del British Open

Sull'autore

Marco Staiano

Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.