Alla Robin Park Arena sono giunte al termine le qualificazioni del British Open. Conclusi gli ultimi otto match, con i top-16 che entreranno in gioco direttamente a Milton Keynes. Jordan Brown vince al decider un match teso ed equilibrato contro Pang Junxu. Matthew Stevens vince nettamente con Maguire, avanti anche J.Robertson e Saengkham, eliminato Milkins.

Dopo sei intense giornate si sono concluse le qualificazioni del British Open, terzo torneo full ranking della stagione 2022/2023. A Wigan si sono disputati complessivamente 48 match, con altrettanti giocatori che hanno così ottenuto l’accesso al tabellone principale. I primi 16 giocatori entreranno invece in gioco direttamente alla Marshall Arena, sede della fase finale del torneo che si svolgerà dal 24 settembre al 2 ottobre. Il torneo è l’unico in cui gli accoppiamenti tra i 64 giocatori che si sfideranno al primo turno sarà sorteggiato a caso, senza teste di serie.

In mattinata Jimmy Robertson ha sconfitto in rimonta al frame decisivo Louis Heatchote, ottenendo la terza vittoria stagionale. Il giocatore inglese è ancora imbattuto negli otto match disputati, grazie a ben cinque pareggi ottenuti in Championship League. Il numero 25 al mondo, dopo aver vinto il primo, si è ritrovato a un solo frame dalla sconfitta. Heathcote ha sfruttato al massimo le occasioni concesse ed è stato bravo il trentaseienne di Bexill a chiudere con decisione l’esito dell’incontro.

Robertson è partito bene nelle prime fasi del match, passando a condurre sull’1-0 per poi andare sul 2-1 con un break vincente da 76. Il venticinquenne di Leicester ha però reagito bene, siglando un centone tondo per poi vincere nettamente anche il quarto e il quinto parziale. L’ex-vincitore dello European Masters ha commesso qualche imprecisione di troppo, dando la possibilità a Heathcote di portarsi a un solo frame dalla prima vittoria in questa stagione. Robertson ha però trovato la giusta quadratura nel suo gioco, vincendo in rimonta con una serie da 71 il sesto per forzare il decider. Dopo una fase tattica iniziale, il più esperto dei due inglese ha siglato un break vincente da 68 per garantirsi la qualificazione.

Partita molto equilibrata quella vinta da Jordan Brown contro Pang Junxu, conclusasi al decider dopo sei frame ad alta intensità. Il giocatore cinese è riuscito a mettere complessivamente più qualità nel suo gioco ed è stato a una singola bilia dal successo. Il nordirlandese d’altro canto, pur senza realizzare neanche un mezzo centone, ha fatto valere esperienza e nervi, forzando il frame decisivo con una grande giocata sulla nera finale. Ottimo avvio di stagione del vincitore del Welsh Open 2021, che dovrà cercare di fare incetta di punti prima del prossimo febbraio.

Pang ha subito aperto i giochi con una bella serie da 102, prima di ritorvarsi sotto 2-1 nonostante più di un’occasione avuta. Il giocatore di Bozhou ha messo a referto ben 95 punti in due parziali, ma è stato Brown il più lesto nel concretizzare le occasioni avute. Il cinese ha punito un errore dell’avversario con una serie da 90, prima di portarsi avanti 3-2 vincendo 57-44 il quinto. Il trentaquattrenne di Antrim è passato avanti nel sesto, ma ha poi lasciato spazio alla controffensiva di Pang. Il numero 48 al mondo ha ripulito il tavolo sino alla rosa, prima di tentare il traversino vincente sulla nera. La bilia si è fermata sul ganascino e Brown con una grande imbucata ha forzato il decider. Dopo una lunga sfida, il nordirlandese si è imposto con il punteggio di 66-40, garantendosi così un posto a Milton Keynes.

In uno dei match più affascinanti della giornata, Matthew Stevens non ha lasciato scampo a Stephen Maguire, chiudendo i conti con un netto 4-1. Il giocatore gallese ha giocato una partita di ottimo livello complessivo, sia in imbucata che nel gioco di serie. Lo scozzese invece non è sembrato mai realmente in palla, pur avendo rimontato nel terzo per riportarsi sotto. Seconda sconfitta stagionale dopo quella al decider contro Oliver Brown per l’ex-numero due al mondo, chiamato a dover ottenere risultati per rientrare in top-16.

Stevens ha aperto le danze con un fantastico break da 77, caratterizzato da tante imbucate di recupero, molte per nulla semplici. Con un mezzo centone il vincitore dello UK Championship 2003 ha allungato sul 2-0. Il giocatore di Carmarthen ha avuto una grossa chance di andare 3-0, ma dopo un altro break da 60 ha fallito l’ultima rossa attaccata a sponda. Con una ripulitura da 33 Maguire si è cosi riportato sotto, dandosi una chance e facendo dubitare uno Stevens fino a quel momento perfetto. Il gallese però è rimasto concentrato e lasciando un solo punto per strada ha vinto quarto e quinto, chiudendo con un’altra serie da 71.

Negli altri match del British Open, ottima prova di Chang Bingyu, che batte 4-1 Fergal O’Brien. Il cinese ha siglato serie da 100, 78, 76 e 79 per vincere l’incontro. Successo anche per Xiao Guodong, uno dei giocatori più in forma del momento, che dopo aver perso il primo, piazza quattro frame consecutivi per battere David Lilley. Si qualifica anche Jak Jones, che batte 4-2 Andrew Pagett nel derby gallese. Prova sottotono di Robert Milkins, che si disunisce dopo il primo frame e lascia quasi andare via l’incontro. Si impone dunque 4-0 un buon Peter Lines, al primo successo stagionale. Noppon Saengkham deve ricorrere al decider per avere la meglio su Michael White, chiudendo con una gran serie da 104 (dopo aver siglato un centone anche nel quinto frame).

Sito ufficiale con risultati completi e tabellone del British Open

Sull'autore

Marco Staiano

Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.