Giunta al termine la quarta giornata di qualificazioni valide per il German Masters. Altri dodici i match disputati, con sedici giocatori che hanno conquistato l’accesso al tabellone principale. Eliminati Stuart Bingham e Graeme Dott, battuti rispettivamente da Luca Brecel e Si Jiahui. Neil Robertson continua il suo percorso, dopo aver avuto la meglio su Fraser Patrick. Judd Trump proverà a difendere il titolo a Berlino, dopo aver sconfitto Anthony Hamilton.

Inizia a prendere forma il tabellone del German Master, che sarà probabilmente il primo torneo full ranking del 2022. Conclusi, con quelli di quest’oggi, trentadue incontri di primo turno e dodici di secondo turno. Sedici dunque i giocatori che si sono già garantiti un posto al Tempodrom di Berlino, in cui avremo un tabellone a 32 giocatori.

Non sono mancate le sorprese nei match della prima sessione, con le eliminazioni abbastanza a sorpresa (o almeno contro pronostico) di due ex-campioni del mondo. In un match caratterizzato da errori e in cui si sono viste alcuni layout complessi e inusuali, Luca Brecel ha sconfitto nettamente con il punteggio di 5-1 Stuart Bingham.

Il giocatore di Basildon ha espresso più di una volta la sua frustrazione per una prestazione ben al di sotto dei suoi standard, in cui si è trovato a sfogare la propria insoddisfazione anche in maniera plateale, lanciando quasi stizzito il resto dopo aver fallito una comoda imbucata. Il numero dodici al mondo non ha realizzato neanche un mezzo centone nell’intero match.

Brecel, pur commettendo errori, è stato sicuramente più concreto a capitalizzare le occasioni ed è stato bravo a portarsi a casa frame tattici, aspetto del gioco in cui non sempre è impeccabile. Il belga, dall’1-1, ha vinto cinque frame consecutivi, realizzando un break da 55 nel primo ed uno da 66 nel sesto per portarsi a casa un successo prestigioso, il settimo della sua stagione.

Sconfitta sicuramente più pesante per Graeme Dott, che è stato a lungo in controllo del suo match contro Si Jiahui. Lo scozzese, nonostante essere stato avanti 4-3 ha finito per perdere tre frame consecutivi e si è dunque dovuto arrendere al decisivo. Il diciannovenne cinese ha dato prova di essere dotato di un buon talento e quest’anno ha già ottenuto vittorie contro giocatori di livello. Il giocatore di Sahoxing ha tenuto soprattutto dal punto di vista mentale, incassando bene i colpo di Dott e rispondendo con grande freddezza nelle fasi cruciali del match.

Prima fase di incontro molto equilibrata, in cui non si è vista molta qualità e in cui i due si sono spartiti equamente la posta in gioco. Si ha vinto il primo con una serie da 46, Dott i due successivi e il cinese ha portato la partita alla pausa sul 2-2 chiudendo al quarto sul 63-55. Si ha siglato al rientro un break da 83, ma grazia alla grande esperienza è stato Dott a portarsi ad uno dal successo, realizzando una serie da 109 nel sesto. Con le spalle al muro, il giovane cinese ha ha realizzato una serie da 67 e si è poi aggiudicato il decider 55-1.

Accede al turno finale delle qualificazioni invece Neil Robertson, che ha superato con il punteggio di 5-2 Fraser Patrick. L’australiano ha bisogno di fare incetta di match e di trovare la giusta forma, dopo aver saltato la prima fase di stagione. La difesa del titolo conquistato allo UK Championship lo scorso anno non è ormai lontana.

Robertson sembra ancora essere in fase di rodaggio e ciò si è visto soprattutto nelle prime fasi dell’incontro. Il mancino di Melbourne si è aggiudicato il primo parziale, ma ha poi commesso una clamorosa leggerezza in difesa sulla verde nella serie finale del secondo, con Patrick bravo ad approfittarne. Con un buon allungo (e una serie da 64), Robertson è andato avanti 3-1 alla pausa. Al rientro è stato bravo Patrick, tornato sul circuito tramite la Q-School quest’anno, a piazzare un mezzo centone per accorciare le distanze. A questo punto Robertson ha sferrato il colpo decisivo, con un mezzo centone e una serie da 134 nel settimo per portare a casa un buon successo.

Bellissimo incontro tra Judd Trump e Anthony Hamilton, vinto dal numero uno al mondo con il punteggio di 5-3. Il campione in carica del German Masters ha offerto una bella prestazione e lo stesso ha fatto il più esperto Hamilton. Trump è andato nettamente avanti, piazzando tre serie di qualità nei primi tre parziali (57, 72, 74). Il giocatore di Nottingham ha messo a referto soltanto dodici punti in un inizio di match complesso.

La reazione di Hamilton è però arrivata al momento adatto. Con una serie da 74 l’inglese ha limitato i danni alla pausa. Nel quinto, un duro snooker trovato dall’ex-numero dieci al mondo gli ha permesso di accorciare sul 3-2. Trump ha necessitato dieci tentativi e ha concesso quaranta punti nel tentativo di trovare palla. Bellissimo poi il 130 con cui Hamilton è rientrato completamente nel match. A questo punto però è emersa la classe e la forza di fuoco del mancino di Bristol, che si è qualificato piazzando serie vincenti da 58 e 100.

A sorpresa eliminato Barry Hawkins, battuto con il punteggio di 5-3 da Michael Georgiou. Il cipriota sembra essere ritornato su buoni livelli, ottenendo uno scalpo importante, nonostante non sia ufficialmente tra i professionisti. Hawkins soltanto a sprazzi (un centone per riportarsi sul 3-3) ha espresso le sue qualità. Due mezzi centoni sono bastati invece a Georgiou.

Bel successo anche per Gao Yang, che batte al decider il più esperto connazionale Xiao Guodong e continua a dare ottimi segnali. Il diciassettenne di Hefei ottiene il miglior risultato in carriera e sembra aver già superato la pesante sconfitta patita contro Trump la scorsa settimana. Dopo lo spavento di ieri con Ng, si qualifica anche Craig Steadman, che batte 5-2 Zhang Jiankang.

Negli altri match del German Masters, bel successo di Wu Yize. Il giovanissimo cinese ha sconfitto con un netto 5-1 Jamie Wilson, altro promettente talento. Due i centoni realizzati dal diciottenne. Vittoria anche per il rientrante Zhang Anda, che ha battuto 5-2 Ben Woollaston. Quindicesima vittoria in stagione per Ricky Walden, che continua il suo grande momento, portando a casa un altro successo contro Jackson Page, dopo averlo eliminato agli ottavi del Northern Ireland Open la scorsa settimana. 5-2 il punteggio per il giocatore di Chester, che ha piazzato due centoni consecutivi (102, 100) negli ultimi due parziali dell’incontro.

Sito ufficiale con risultati completi e tabellone delle qualificazioni del German Masters

Sull'autore

Marco Staiano

Le sale fumose, i cazzotti, bere fino all'alba, scommettere l'ultima sterlina sul frame decisivo. Gilet all'ultima moda e cravatte sgargianti. Il genio e la sregolatezza in una stecca. Le macchine da guerra del panno verde. Il Crucible Theater. Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *