Ci saranno dei motivi per cui Ronnie O’Sullivan è considerato da molti come il miglior giocatore di snooker della storia. Senza dubbi pochi giocatori nella storia possono competere con il sei volte campione del mondo nel gioco di serie. Il numero di 147 realizzati in carriera ne è la riprova. Con quindici serie perfette realizzate, O’Sullivan è al momento avanti di tre sul suo storico rivale John Higgins, nonostante l’ultimo maximum realizzato dall’inglese risalga all’English Open 2018. Il primo 147 realizzato al campionato del mondo nel 1997 è impresso nella memoria di tutti gli appassionati. In soli cinque minuti e venti secondi O’Sullivan imbucò quindici mani di rossa-nera e tutti i colori per stabilire un record che ancora oggi resta saldamente nelle sue mani. O’Sullivan detiene anche il record di 147 realizzati in decider, con ben sei maximum decisivi.

In questo video di Cesar Muroya possiamo vedere alcuni dei momenti salienti dei quindici 147. Ad esempio, al Northern Ireland Open nel 2007 contro Ali Carter, O’Sullivan siglò quattro centoni e una serie perfetta per stabilire un record in match al meglio dei 9 frame. Famoso anche quello realizzato al World Open nel 2010 contro Mark King, in cui The Rocket, dopo aver imbucato la prima rossa, chiese all’arbitro Jan Verhaas il prize money per la serie perfetta.
Bonus extra anche il famoso 146 realizzato contro Barry Pinches.

Sull'autore

Marco Staiano

Le sale fumose, i cazzotti, bere fino all'alba, scommettere l'ultima sterlina sul frame decisivo. Gilet all'ultima moda e cravatte sgargianti. Il genio e la sregolatezza in una stecca. Le macchine da guerra del panno verde. Il Crucible Theater. Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *