In un venerdì interamente dedicato ai quarti di finale, definiti i nomi dei quattro semifinalisti del British Open. Nel match della giornata, Mark Allen si impone su Mark Selby, chiudendo con un centone. Terza semifinale in carriera per Robbie Williams, che batte nettamente Lyu Haotian. Continua il momento d’oro di Saengkham, mentre Day la spunta al decider su Yuan.

Si entra ormai sempre più nella fase decisiva del British Open, terzo torneo full ranking della stagione. Alla Marshall Arena di Milton Keynes si sono disputati quest’oggi in due sessioni i quarti di finale, con quattro giocatori che si contenderanno l’accesso alla finale. Il vincitore si aggiudicherà il trofeo intitolato recentemente a Clive Everton e un assegno da 100.000 sterline. Dall’inizio della competizione per la prima volta si allunga il format di gioco, con incontri disputati al meglio delle 9 partite.

Nella partita più prestigiosa della giornata di gioco, Mark Allen continua la sua striscia vincente e, dopo Judd Trump, elimina anche Mark Selby. Il nordirlandese ha offerto una prestazione più che convincente, imponendosi con il punteggio di 5-3 su un avversario che sembrava aver ritrovato le migliori sensazioni. Il numero 14 al mondo diventa il giocatore di miglior classifica ancora in gara e con sei successi a suo favore (l’ultimo al Northern Ireland Open proprio lo scorso ottobre) si candida come principale favorito per il titolo.

Nonostante il quattro volte campione del mondo si fosse aggiudicato gli ultimi due scontri diretti, quest’oggi Allen ha dimostrato di essere il giocatore più centrato. Selby, dopo la gran prestazione di ieri contro Lisowski, ha subito iniziato al meglio, siglando un grande 123 nel primo frame. Il secondo parziale è stato senza dubbi molto più frammentato ed è stato il mancino di Antrim a spuntarla con il punteggio di 59-29. Dopo aver faticato con il gioco di serie, Allen si è messo in moto, mettendo a segno uno splendido break da 143 per passare a condurre. Il giocatore di Leicester si era messo in serie nel terzo, ma a quota 35 ha fallito una rossa dalla media distanza e il suo avversario lo ha punito in contropiede con una ripulitura da 75.

Indietro 1-3, dopo l’intervallo, Selby ha risposto alla grande con un centone (103), per poi vincere 73-44 il sesto. Nel settimo e decisivo parziale, il campione del mondo 2020 ha fallito una rossa avanti 51-12 e Allen con una serie da 47 è ritornato avanti. Ritrovata la fiducia, il mancino di Antrim ha chiuso in stile con una serie da 126.

Avversario dell’ex-vincitore del Masters sarà Noppon Saengkham, che si è imposto su Jamie Jones. Il giocatore thailandese, capace di esprimere in questa settimana con continuità il suo miglior snooker, ha vinto l’incontro con il punteggio di 5-3. In un match equilibrato sino a dopo la pausa, il trentenne di Samut Prakan ha trovato l’allungo giusto nel finale. Saengkham proverà a conquistare la prima finale in carriera, dopo essersi fermato per altre due volte allo scoglio delle semifinali.

Il numero 38 al mondo è senza dubbi partito meglio e con serie da 61 e 89 è passato a condurre 2-0. Pur senza trovare acuti, il gallese ha però reagito bene, aggiudicandosi due frame equilibrati per tornare in parità. Al rientro dalla pausa Saengkham ha trovato subito continuità nel gioco di serie, piazzando una gran serie da 102. Il thailandese ha però commesso troppi errori nel parziale successivo e Jones si è abilmente riportato sotto. Una splendida imbucata al centro ha dato il via alla serie del giocatore della Ding Junhui Snooker Academy, chiusa a quota 63. Il giocatore di Neath ha commesso troppi errori nell’ottavo e Saengkham lo ha punito per conquistare un importante successo.

Robbie Williams ha conquistato la terza semifinale in carriera, sconfiggendo Lyu Haotian con il punteggio di 5-1. Il giocatore inglese, dopo essere arrivato al penultimo atto in un torneo full ranking per la prima volta quasi dieci anni fa, si è garantito l’assegno più importante della sua carriera (20.000 sterline). Il trentacinquenne di Wallasey non ha impressionato come nei precedenti match, ma ha comunque offerto una prestazione molto solida.

Lyu non è riuscito a trovare continuità nel suo gioco e dopo il primo frame ha finito per non capitalizzare più di un’occasione. Il cinese ha ottenuto gli unici due mezzi centoni del match, ma è stato l’inglese a vincere quattro frame consecutivi per conquistare il successo. Con un best break di 49, Williams ha vinto tutti i frame equilibrati ed è stato senza dubbi il più cinico tra i due.

Williams affronterà in semifinale Ryan Day, che si è imposto al decider contro Yuan Sijun dopo un match molto equilibrato. L’esperto giocatore gallese, di certo non nel suo periodo migliore della carriera, ritorna tra i migliori quattro venti mesi dopo lo Shoot Out 2020. Il numero 27 al mondo, pur non giocando al meglio, ha dimostrato di poter essere ancora un avversario ostico per chiunque. Il cinese ha avuto la chance di allungare e provare a vincere, ma dopo averla fallita non ha più avuto nessuna occasione per rientrare al tavolo.

Nella prima fase c’è stato molto equilibrio, con i due giocatori che si sono spartiti equamente i primi quattro frame. Il ventiduenne di Nanchang ha messo a referto serie da 74 e 68, prima di ritornare a condurre nel quinto. Il numero 68 al mondo ha poi fallito una grossa occasione per passare a condurre 4-2, ma una rosa fallita ha dato il via alla rimonta del giocatore di Pontycymmer. Day è passato avanti 4-3 con un break da 50 e, nonostante la reazione nell’ottavo dell’avversario, ha chiuso i giochi in gran stile con un centone (124).

Sito ufficiale con risultati completi e tabellone del British Open

Picture credits: WST

Sull'autore

Marco Staiano

Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.