Continua spedito il programma della Championship League. John Higgins continua a procedere spedito, bene Matthew Selt. Delusione Kyren Wilson

L’intenso programma della Championship League non si ferma e prosegue con un’altra giornata ricca di incontri.

Seguendo il tradizionale format, i quattro giocatori meglio piazzati del primo girone (il perdente della finale, i due semifinalisti battuti e il quinto in classifica) si aggiungono a tre nuovi giocatori. Dunque a John Higgins, Stuart Bingham, Graeme Dott e Gary Wilson si aggiungono Matthew Selt, Scott Donaldson e Kyren Wilson.

Il numero cinque del mondo era di sicuro molto atteso e uno dei grandi favoriti sulla carta. L’inizio è stato molto convincente, ma poi Wilson ha finito per perdere tre match consecutivi. Nella partita d’esordio, il giocatore di Kettering si è portato sull’1-1 con una splendida ripulitura da 124 e si è poi imposto per 3-1, siglando anche un altro centone. L’ottima forma dimostrata è sembrata quasi smarrita. Con punteggi anche abbastanza netti Wilson si è arreso a Dott (3-0) e Selt (3-1). Nel decisivo e vitale ultimo match, combattuto e spesso frammentato, Wilson si è dovuto arrendere al decider anche a John Higgins.

Lo scozzese, dopo la finale persa contro Zhou Yuelong, ha dimostrato di poter giocare un grande snooker. Anche aiutato dal format breve, Higgins sembra star trovando una buona forma per il Masters ormai alle porte. Nei suoi tre match disputati, ha sempre avuto bisogno del decider, ma ha portato a casa alla fine tre successi. Come nella prima giornata si è trovato sotto 2-1 contro Stuart Bingham, ma ancora una volta non ha lasciato scampo all’avversario nel combattuto frame decisivo. Contro Dott una serie da 72 ha impedito all’ex campione del mondo 2006 di completare una rimonta che sembrava possibile. Nel match di cartello contro Wilson non c’è stata molta qualità, ma ancora una volta Higgins ha fatto prevalere la sua classe e la sua esperienza nei momenti decisivi.

Buona prestazione di Matt Selt, che riesce a vincere tre match su quattro e si ritrova adesso in una posizione vantaggiosa per qualificarsi per le semifinali. Grande delusione per Bingham, che aveva invece giocato bene in precedenza, siglando anche un 147. Tre sconfitte su tre per il campione in carica del Master, che sia contro Higgins che contro Dott ha sprecato parecchie occasioni potenzialmente decisive.

Domani si disputeranno altri nove match di girone e poi semifinali e finale, per decretare il secondo giocatore qualificato alle fasi finali della Championship League.

Sito ufficiale con classifiche e risultati di tutti i match disputati

Sull'autore

Marco Staiano

Le sale fumose, i cazzotti, bere fino all'alba, scommettere l'ultima sterlina sul frame decisivo. Gilet all'ultima moda e cravatte sgargianti. Il genio e la sregolatezza in una stecca. Le macchine da guerra del panno verde. Il Crucible Theater. Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

1 Commento

    Generaⅼly I don’t learn pⲟst on blogѕ, but I would lіke to
    ѕay that this write-up very pressured me to try
    and do it! Your wгitіng style has been surprised me. Thank yoᥙ, quite nice article.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *