Alla Stadthalle di Fürth completata anche la terza giornata dello European Masters. Disputati in tre sessioni tutti i sedici match di terzo turno. Ali Carter batte al decider in un match appassionante Stuart Bingham. Judd Trump soffre ma batte l’ex-professionista Andrew Higginson. Williams si aggiudica il derby gallese contro Dale, successi anche per Kyren Wilson e Shaun Murphy. Eliminati Lisowski e Zhao.

Si entra nelle fasi cruciali dello European Masters, secondo torneo full ranking della stagione. Continuano le emozioni in una giornata in cui abbiamo assistito a grandi match e anche a svariate sorprese. Sono dunque rimasti in sedici a contendersi il titolo e un assegno da 80.000 sterline. In un intenso venerdì si disputeranno ottavi e quarti di finale, con match che restano al meglio delle 9 partite sino alle semifinali.

In mattinata Ali Carter ha superato al frame decisivo Stuart Bingham, imponendosi in un match spettacolare e di alta qualità. Nel derby dell’Essex si è imposto il quarantatreenne di Colchester, bravo a portarsi avanti prima e a reagire con classe nell’ultimo frame dopo la grande rimonta dell’avversario. Dopo un’ottima partenza, Bingham ha fallito una bilia che sembrava aver cambiato completamente le sorti del match in favore di Carter. L’ex-campione del mondo ha però fatto valere le proprie grandi doti nel gioco di serie per forzare il decisivo, in cui il numero 20 al mondo ha subito sfruttato al meglio la sua entrata al tavolo.

Bingham ha iniziato in maniera convincente, vincendo in due tempi 77-0 il primo frame. Il giocatore di Basildon aveva preso in mano il gioco anche nel secondo, ma un errore su una gialla non impossibile ha messo in moto il suo avversario.

Carter ha siglato serie da 89, 99 e 65 per portarsi avanti 4-1, portandosi a un passo dal successo. Il numero 13 al mondo ha però reagito in maniera veemente. Un tentativo di serie perfetta (fermatosi a quota 88) e due break da 117 e 53 hanno infatti portato il match al frame decisivo. Bingham, in forte rimonta, non è però più riuscito a imbucare una singola bilia. Il centone numero 350 in carriera ha dato il successo a Carter, che sfiderà agli ottavi David Grace (vincitore con il punteggio di 5-0 del match contro Jackson Page).

Judd Trump soffre più del previsto ma alla fine batte con il punteggio di 5-3 l’ex-professionista di lungo corso Andrew Higginson. Il mancino di Bristol non è riuscito a trovare per lunghi tratti del match il suo devastante gioco di serie (primo mezzo centone soltanto al sesto frame), riuscendo ad allungare soltanto nel finale. Higginson aveva giocato un ottimo torneo e ha confermato di potersela ancora giocare con i migliori, dopo essere uscito dal Tour lo scorso anno.

Il numero due al mondo non è partito sin da subito al meglio, commettendo più di un errore nei primi due frame disputati. Nonostante ciò è stato per Trump a portarsi avanti 2-0, pur senza contributi degni di nota nel gioco di serie. Higginson si è sbloccato nel terzo frame, realizzando una gran serie da 98 per rimanere in scia. Nel quarto parziale entrambi i giocatori hanno avuto la loro occasione di entrare al tavolo, ma una giocata da sotto sponda del quarantaquattrenne di Widnes ha lasciato Trump in posizione favorevole per portarsi avanti 3-1.

Al rientro in sala Higginson ha provato a restare in scia, ma è stato il due volte vincitore dello European Masters a trovare migliori sensazioni e ha alzato il livello di gioco. Va dato merito comunque all’ex-numero 18 al mondo per essere sempre riuscito a rintuzzare il tentativo di fuga del più quotato avversario odierno. Sul 3-2 il campione del mondo 2019 ha siglato un break da 67, prima di chiudere i conti sul 5-3 con una serie da 103. A contendergli un posto ai quarti ci sarà una delle rivelazione del torneo, Farakh Ajaib. L’ex-professionista, uscito dal circuito lo scorso anno, si era qualificato battendo a sorpresa Mark Allen. Dopo aver sconfitto Pinches, ha battuto con il punteggio di 5-3 anche Marco Fu, ottenendo così il miglior risultato in carriera.

Mark Williams si aggiudica il derby gallese contro Dominic Dale, aggiudicandosi l’incontro con il punteggio di 5-3. In un match caratterizzato da alti e bassi, il tre volte campione del mondo è stato graziato nel settimo frame ed è poi stato bravo a chiudere nell’ottavo senza rischiare troppo. Come al British Open lo scorso agosto, Dale ha avuto l’occasione per poter sconfiggere il più blasonato avversario, ma non è stato abbastanza cinico da capitalizzarla.

L’ex-numero 19 al mondo è partito meglio e dopo un lungo e frammentato frame è passato a condurre. Il gioco non è decollato nel secondo, ma è stato Williams a riportarsi in parità, prima di mettere qualità al suo match, siglando un magnifico break da 135. La risposta di Dale non si è fatta attendere: una serie vincente da 74 ha portato il match alla pausa sul 2-2.

Al rientro in sala la partita è continuata a essere equilibrata. Sul 3-3, il frame cruciale dell’incontro è stato senza dubbi il settimo. Il cinquantenne originario di Coventry è stato il primo ad avere un’occasione, fallendo però una rossa e lasciando gioco. Il numero 7 al mondo ha avuto una grossa chance di andare in ripulitura, ma ha clamorosamente fallito la blu al centro. Dale ha però mancato una non impossibile rosa, finendo per concedere il frame proprio sulla penultima bilia. Williams non ha poi concesso sconti nell’ottavo, chiudendo in ripulitura sulla nera con un break da 71.

Avversario agli ottavi sarà Zhou Yuelong, finalmente ritornato a far parlare di sè in positivo. Il cinese ha battuto in maniera convincente uno spento Jack Lisowski, rifilandogli un netto 5-1.

Kyren Wilson ha avuto la meglio su Jimmy Robertson, ex-vincitore dello European Masters, allungando nel finale per chiudere sul 5-2. Il giocatore di Kettering è andato di pari passo con il pericoloso avversario sino alla pausa, per poi alzare il ritmo e chiudere con tre mezzi centoni consecutivi. L’inglese è parso sino a questo punto del torneo in un buono stato di forma e senza dubbi sarà uno dei potenziali pretendenti al titolo. Wilson ha siglato una serie da 101, mentre Robertson ha pareggiato i conti sul 2-2 con uno splendido 136. Al rientro in sala il numero 8 al mondo ha chiuso i conti con break da 53, 65 e 100.

In uno degli ottavi più prestigiosi, Wilson affrotnerà Shaun Murphy, che si è qualificato non senza qualche brivido. L’ex-campione del mondo ha avuto la meglio con il punteggio di 5-3 su Chris Wakelin, in una partita in cui svariati frame sono stati molto equilibrati. Il numero 10 al mondo si è ritrovato sotto 3-2 ed è stato bravo ad aggiudicarsi tre frame consecutivi, evitando tra l’altro di un soffio il decider. Murphy ha vinto il primo frame in rimonta 69-61, piazzato break da 72 e 79 per poi strappare il successo in steal, portando a casa il successo sulla nera (68-61).

Robert Milkins ha vinto un match spettacolare contro Zhao Xintong, contenendo la rimonta del cinese e aggiudicandosi il decider. Incontro emozionante iniziato subito con un equilibrato primo frame, in cui il vincitore dello UK Championship sembrava avere il controllo. Milkins ha invece recuperato uno snooker con solo rosa e nera sul tavolo, prima di vincere in steal. Zhao ha risposto con un tentativo di serie perfetta, fermatosi a quota 89. L’ex-numero 12 al mondo, con serie da 86 e 87, è passato avanti 4-2, ma il ventiseienne di Xian si è rifatto sotto sino al decider. Dopo una fase tattica, con due mini-serie di gran livello, è stato Milkins a vincere il match, aggiudicandosi così il terzo successo in altrettanti scontri con il cinese. L’inglese affronterà Barry Hakwins agli ottavi, che dopo le fatiche di ieri ha vinto agevolmente contro Stuart Carrington con il punteggio di 5-1.

Negli altri match dello European Masters, continua a impressionare Wu Yize, che non lascia neanche un frame all’esperto Rory McLeod. Grande prestazione del giovane cinese, che ha siglato serie da 57, 60, 101 e 60. Netto successo anche per il gallese Jamie Jones, che sconfigge 5-1 Mark Joyce. Nella sfida cinese, Si Jiahui sconfigge 5-3 Xiao Guodong, mentre Yan Bingtao gioca un grande snooker per battere 5-0 Ricky Walden. Daniel Wells trova una convincente vittoria, battendo 5-1 Gary Wilson. Successo anche per Ryan Day, che ha la meglio su Scott Donaldson, chiudendo sul 5-2.

Sito ufficiale con risultati completi e tabellone dello European Masters

Picture credit: WST

Sull'autore

Marco Staiano

Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.