Completata la terza giornata di qualificazioni del Northern Ireland Open. A Wigan sono già 24 i giocatori ad aver conquistato un posto alla Waterfront Arena. Ding Junhui si aggiudica il match di cartello di giornata, sconfiggendo 4-1 Ali Carter. Tom Ford ha la meglio con lo stesso punteggio su Sanderson Lam. Jimmy White chiude con un centone al decider per battere Yuan Sijun. Avanzano anche Michael White e Lu Ning.

Alla Robin Park Arena continuano le qualificazioni del Northern Ireland Open, quarto torneo full ranking della stagione e primo della Home Nation Series. In una giornata caratterizzata da problemi sia con lo streaming che con il punteggio, sono stati comunque disputati in quattro sessioni gli otto match previsti.

Nella partita più attesa, Ding Junhui continua a ben impressionare, sconfiggendo nettamente con il punteggio di 4-1 un avversario di livello come Ali Carter. Il giocatore cinese si è aggiudicato anche il secondo match della sua stagione e senza dubbi punterà a riconquistare un posto tra i migliori 16. Il quarantatreenne di Colchester, recente semifinalista allo European Masters, dopo aver vinto il primo parziale non è in pratica mai più riuscito a entrare al tavolo.

Il primo frame è stato l’unico realmente equilibrato, con Carter che per lunghi tratti ha tenuto in mano le redini del gioco. Dopo una fase tattica sul finale, l’ex-numero due al mondo ha concretizzato l’occasinoe definitiva, vincendo con il punteggio di 67-24. Dopo aver faticato a trovare tempo al tavolo, Ding ha trovato il giusto feeling con le bilie e per l’avversario c’è stato davvero poco da fare. L’inglese ha finito per mettere a referto appena 10 nove punti nei successivi quattro frame. Con break da 72 e 61 il giocatore di Yixing ha conquistato un netto successo e si è garantito la seconda qualificazione stagionale.

Jimmy White ha conquistato la vittoria numero 820 in carriera, sconfiggendo al frame decisivo Yuan Sijun dopo una partita emozionante. Il sessantenne di Toothing ha dimostrato di essere ancora capace di giocare a ottimi livelli, avendo la meglio su un giocatore in ascesa e sulla carta favorito. Il sei volte finalista del Campionato del Mondo è andato avanti e sembrava poter vincere ancor più agevolmente, ma il cinese era senza dubbi il più accreditato al successo dopo aver conquistato in steal il sesto. L’inglese ha però reagito con classe.

White si è aggiudicato il primo frame in contropiede, realizzando una serie vincente da 75. Yuan ha reagito aggiudicandosi il secondo, ma non è poi stato in grado di capitalizzare più di un’occasione nei successivi due parziali. Il dieci volte vincitore di tornei full ranking è stato abile a passare a condurre, ma ha poi dovuto giocarsi il tutto al decider. Il cinese ha prima siglato un break vincente da 83 e poi ha preso una grande imbucata per andare in ripulitura e forzare il settimo e decisivo parziale. White ha commesso un errore al centro su una rossa che era difatti la bilia-match. Mostrando classe ed esperienza, il numero 89 al mondo ha messo a segno una fantastica ripulitura totale da 132.

Tom Ford non ha avuto problemi a sbarazzarsi di Sanderson Lam, vincendo 4-1 e conquistando la seconda vittoria stagionale. Il giocatore di Leicester, dopo aver perso il primo, ha portato a casa quattro frame consecutivi, giocando probabilmente il miglior snooker in questo primo scorcio d’annata non favorevole. Il gioco di serie di Ford è parso nuovamente in condizioni quantomeno accettabili: l’inglese ha infatti realizzato break da 69, 67 e 71.

Negli altri match del Northern Ireland Open, successo al decider per Lu Ning su Jak Jones. In un match giocato a ritmi lenti (entrambi sopra i 33 secondi a tiro), il cinese è riuscito ad avere la meglio imponendosi 68-60 in rimonta. Michael White batte in un incontro molto equilibrato Liam Highfield con il punteggio di 4-2. Il gallese non ha messo a referto nemmeno un singolo break di spessore, al contrario dell’inglese (che ne ha realizzati ben 4). White è stato però cinico nei momenti cruciali dell’incontro, ottenendo un’importante vittoria.

Scott Donaldson perde il primo contro Alfie Burden, ma poi vince quattro parziali consecutivi, siglando break da 88 e 76. Louis Heatchote, dopo aver perso due match consecutivi al decider, sconfigge 4-2 Dean Young, mettendo a referto serie da 51, 62, 53 e 101. Alexander Ursenbacher batte nettamente Mark Joyce, chiudendo in poco più di un’ora con il punteggio di 4-0.

Sito ufficiale con risultati completi e tabellone del Northern Ireland Open

Sull'autore

Marco Staiano

Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.