Al campionato del mondo 1982 nel primo turno si affrontano Patsy Fagan e David Taylor. In un combattuto e cruciale sedicesimo frame, con Taylor in vantaggio 8-7, accadde un qualcosa di bizzarro e controverso allo stesso tempo. Nelle fasi conclusive Fagan sta per giocare una verde dalla distanza. Dopo un errore macroscopico, l’irlandese colpisce prima la bianca e poi sposta con la stecca la stessa verde. Il frame dovrebbe essere in tal modo concesso, ma né l’arbitro né Taylor battono ciglio. L’allora numero 8 del mondo perderà poi frame e match.

Sull'autore

Marco Staiano

Le sale fumose, i cazzotti, bere fino all'alba, scommettere l'ultima sterlina sul frame decisivo. Gilet all'ultima moda e cravatte sgargianti. Il genio e la sregolatezza in una stecca. Le macchine da guerra del panno verde. Il Crucible Theater. Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

1 Commento

    Hi there! This blog post could not be written any better!
    Looking through this article reminds me of my previous
    roommate! He constantly kept preaching about this.
    I’ll forward this article to him. Fairly certain he’s going to have a very good read.

    I appreciate you for sharing!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *