Giunta al termine a Sheffield la seconda giornata di qualificazioni del Campionato del Mondo. Conclusi altri dodici match in tre sessioni. Ian Burns sconfigge al decider il rientrante Marco Fu. Eliminate sia Ng On Yee che Reanne Evans, battute rispettivamente da Rory McLeod e Lee Walker.

Giunta al termine la seconda giornata di qualificazione all’English Institute of Sport. Continua il cammino che porterà sedici giocatori a raggiungere la fase finale del Campionato del Mondo al Crucible Theatre. Si entra sempre più nel vivo nella prima fase del tabellone cadetto, prima dell’ingresso dei professionisti posizionati tra le posizioni 80 e 49 della classifica mondiale.

Senza dubbi l’incontro più atteso in giornata è stato quello che ha visto il ritorno sulla scena di Marco Fu. Il giocatore di Hong Kong ha offerto complessivamente una buona prestazione ma a imporsi è stato Ian Burns, che si è aggiudicato il successo al frame decisivo. Fu non disputava un incontro ufficiale dal Welsh Open 2020, dove fu sconfitto da Ding Junhui. L’ex-numero 5 al mondo aveva dimostrato già negli scorsi mesi di giocare molto bene in allenamento, ma è parsa evidente nel quarataquattrenne una certa ruggine, soprattutto nelle prime fasi dell’incontro.

Burns ha meritato il successo, mettendo in mostra un buono snooker e mantenendo i nervi saldi nel decider, dopo la doppia-rimonta dell’avversario. Il giocatore inglese, ritornato sul circuito lo scorso anno tramite la Q-School, era subito passato a comandare 3-0. Il trentasettenne di Preston ha siglato nel secondo frame una serie da 141, la più alta del torneo fino a questo momento. Fu si è sbloccato nel terzo frame per poi mettere a segno serie da 50 e 99 per riportare il match sul 3-3.

Il numero 111 al mondo ha reagito siglando una serie da 90 per portarsi sul 5-3, a un solo frame dal successo. L’hongkongese non si è lasciato intimorire e ha risposto con un break da 122, prima di aggiudicarsi 67-55 un equilibrato decimo frame. Nel decider Burns ha preso in mano il gioco dopo il tiro di apertura di Fu, siglando con freddezza una serie da 73, poi rivelatasi decisiva.

Rory McLeod ha sconfitto l’esordiente Ng On-Yee, battendola con il punteggio di 6-2. Il giocatore giamaicano ha fatto valere la propria maggior esperienza, riuscendo a controllare il match nei tanti frame spezzettati e poco lineari. Il cinquantenne di Wellingborough ha già giocato per tre volte nella fase finale del Campionato del Mondo, raggiungendo per due volte il secondo turno. Nella sua ultima apparizione (2017), sconfisse all’esordio la testa di serie numero due Judd Trump. On-Yee era arrivata al match in ottima forma, dopo aver sconfitto la campionessa del mondo Wongharuthai 4-0 nella finale del Winchester Open.

La giocatrice di Hong Kong era partita alla grande, realizzando subito una bella serie da 97. McLeod non ha però accusato il colpo, vincendo tre frame consecutivi, realizzando prima della pausa un break vincente da 93. La numero 116 al mondo si era aggiudicata il quinto con il punteggio di 78-58, ma il giocatore giamaicano non ha permesso all’avversaria di rientrare in partita, chiudendo l’incontro aggiudicandosi in lotta altri tre frame consecutivi.

Nulla da fare anche per la dodici volte campionessa del mondo Reanne Evans, sconfitta da Lee Walker con il punteggio di 6-2. Si conclude dunque senza successi la stagione del rientro sul Tour professionistico per la giocatrice inglese. Evans aveva già affrontato Walker proprio nelle qualificazioni del Campionato del Mondo, nel secondo turno dell’edizione 2017. La numero 120 sconfisse il finlandese Robin Hull, prima di arrendersi proprio contro l’esperto giocatore di Newbridge con il punteggio di 10-6.

Il gallese, già ai quarti di finale al Crucible nel 1997, sembra ormai sempre più concentrato sul lavoro da coach, visti anche i tanti problemi di salute (sciatica in primis). Evans non è però riuscita a sfruttare una partenza poco centrata dell’esperto avversario e ha finito per disunirsi nelle fasi cruciali di un incontro poco spettacolare. La giocatrice di Dudley era passata a condurre sul 2-1, ma da quel momento il numero 93 al mondo è riuscito a conquistare ben cinque frame consecutivi. Nonostante un best break di appena 33 punti fino al sesto frame, Walker si è rifatto nel settimo, realizzando un centone tondo, unica serie di qualità della partita.

Negli altri match delle qualificazioni del Campionato del Mondo, netti successi per Peter Devlin (6-1 contro il giovane belga Yorrit Hoes) e Jamie Wilson (6-2 sull’inglese Jake Crofts). La giornata è stata caratterizzata da un lunghissimo incontro che ha visto protagonisti Barry Pinches e Lee Stephens. Dopo 2 ore e 34 minuti erano stati completati appena due frame. L’incontro si è poi concluso in tarda serata sul 6-3 per il cinquantunenne di Norwich.

Dean Young ha vinto 6-3 contro Ben Hancorn, mentre il dilettante Sanderson Lam ha battuto l’esperto Peter Lines con il punteggio di 6-5. Yuan Sijun, rientrato sul circuito lo scorso anno tramite la Q-School, ha siglato due centoni per sconfiggere il dilettante scozzese Ross Muir. Vittoria anche per il campione del mondo Seniors David Lilley (6-4 su Craig Steadman).

Sito ufficiale con risultati completi e tabellone delle qualificazioni del Campionato del Mondo

Sull'autore

Marco Staiano

Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.