Alla Waterfront Arena di Belfast, iniziata la prima di due giornate di turni preliminari al Northern Ireland Open. Tre i match disputati, con Anthony McGill primo top-16 a scendere in sala. Lo scozzese, nonostante una gran rimonta, è stato sconfitto al decider dal gallese Lee Walker. Nonostante la reazione di Zhou Yuelong, Jimmy Robertson porta a casa il match. Niente da fare per la wildcard locale Cristopher Clifford, sconfitto nettamente da Gao Yang.

Quasi due mesi dopo il British Open, ritorna un torneo full ranking. Al via il primo torneo della Home Nation Series, il Northern Ireland Open. Si ritorna a Belfast, nello specifico alla Waterfront Arena, per diciannove match preliminari. Seguendo il nuovo format, infatti, i top-16 non giocano le qualificazioni, ma un turno aggiuntivo direttamente nella sede del torneo. Tra i migliori, assente solo Ding Junhui, che ancora non ha iniziato la sua stagione. Il suo posto è stato preso da Zhou Yuelong. Presenti anche tre wildcard locali.

Tra oggi e ieri sono inoltre stati annunciati due forfait. Venerdì Jamie O’Neill ha annunciato il suo ritiro per motivi personali, concendendo dunque a Lu Ning un bye al primo turno. Arrivata sabato pomeriggio la rinuncia forzata di Tom Ford, positivo al Covid-19, con Ashley Carty che avanza ai trentaduesimi senza giocare.

Curiosamente in serata, dopo poco più di un’ora, i tre match erano tutti sullo stesso punteggio: 3-0. Proprio ad un passo dal baratro, Anthony McGill è riuscito a recuperare sino al frame decisivo, per finire alla fine sconfitto dal veterano gallese Lee Walker. Dopo il (solito) acuto al campionato del mondo, McGill, come lo scorso anno, non è di certo partito con il piede sull’acceleratore in questa stagione, raccogliendo cinque sconfitte e nessun successo. Bella soddisfazione per Walker, che nonostante ricorrenti problemi fisici, è un giocatore che sa giocare bene a snooker, nonostante possa a volte non entusiasmare.

McGill aveva preso subito in mano le redini dell’incontro, mettendosi in serie, salvo poi lasciare gioco in contropiede a Walker, che si è aggiudicato il primo con una serie da 60. Veemente la reazione dello scozzese, che con un mezzo centone sembra assicurarsi il pari, salvo fallire una rossa elementare. Walker si ritrova un tavolo non semplice, ma grazie ad un perfetto piazzamento da rosa a nera, chiude in steal, vincendo il frame 66 a 64. Con un altra bella serie (67), il gallese sembrava aver chiuso il match.

Il numero sedici al mondo però ha iniziato a fare sul serio, chiudendo in pochi minuti lo svantaggio sino al 3-2 con break da 73 e 137. Aggiudicandosi anche al quinto, il giocatore di Glasgow era il favorito per completare la rimonta. Sfruttando la grande esperienza e una buona occasione, però, Walker ha chiuso i conti, realizzando un prezioso mezzo centone per portarsi a casa il successo.

Ha rischiato di subire la rimonta anche Jimmy Robertson, che però è stato lucido e, contropronostico (almeno per la classifica), batte con il punteggio di 4-2 il numero diciassette al mondo Zhou Yuelong. Continua il grande momento del trentacinquenne inglese, che dopo un paio di stagioni sottotono, è tornato a giocare un grande snooker con ottima continuità. Dopo un finale di stagione opaco, conclusosi con la mancata qualificazione al Crucible, non ha iniziato al meglio anche in questa stagione.

Robertson è partito alla grande dai blocchi, vincendo i primi due frame in buona scioltezza con serie da 50 e 70, prima di aggiudicarsi un equilibrato terzo frame. Con le spalle al muro, come McGill, Zhou ha reagito con classe, siglando un’ottantone tondo e poi accorciando ancora le distanze nel quinto. Interrompendo l’inerzia favorevole all’avversario, l’ex-vincitore dello European Masters ha chiuso i conti con un provvidenziale break da 59 punti.

Niente da fare per il diciannovenne nordirlandese Christopher Clifford, che si è arreso al quasi-coetaneo Gao Yang, con il netto punteggio di 4-0. La wildcard di casa si era preparata al suo secondo torneo sul circuito maggiore partecipando ai campionati Europei EBSA. Poco tempo primo in un’intervista, Clifford aveva dichiarato di non vedere l’ora di provare a sfidare Judd Trump, probabile avversario di primo turno. Gao, al secondo anno tra i pro e giocatore da seguire attentamente visto il potenziale, però non ha quasi concesso nessuna occasione. Con tre serie di qualità (85, 81, 57), il giovane cinese non ha lasciato scampo, garantendosi l’accesso in tabellone principale.

Sito ufficiale con risultati completi del tabellone del Northern Ireland Open

Sull'autore

Marco Staiano

Le sale fumose, i cazzotti, bere fino all'alba, scommettere l'ultima sterlina sul frame decisivo. Gilet all'ultima moda e cravatte sgargianti. Il genio e la sregolatezza in una stecca. Le macchine da guerra del panno verde. Il Crucible Theater. Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *