Dopo sei giorni ininterrotti di snooker, concluse le qualificazioni dello Scottish Open. Stabiliti i verdetti finali, con gli ultimi sei giocatori ad accedere al tabellone principale. In un match deciso sul filo del rasoio, Ken Doherty elimina il favorito Ali Carter al decider. Niente da fare per Jimmy White, ancora non si sblocca Reanne Evans.

Definito il tabellone principale dello Scottish Open, terzo torneo della Home Nation Series. In sei gli ultimi a conquistare la qualificazione, che si vanno ad aggiungere ai quaranta vincenti degli scorsi cinque giorni. Il Northern Ireland Open a Belfast sarà uno dei primi eventi sportivo della città dopo la pandemia, senza alcuna restrizione per quanto riguarda il distanziamento sociale. Si attende a breve dunque anche l’annuncio della sede di gioco per il torneo scozzese, che inizierà il prossimo sei dicembre.

Senza dubbi il match di giornata è stato quello che ha visto opposti due grandi giocatori come Ali Carter e Ken Doherty. Se in pochi avrebbero dato chance all’ex-campione del mondo, visto anche lo stato di forma dell’avversario, il vecchio Ken è stato in grado di sovvertire un pronostico che lo vedeva sicuramente sfavorito. Carter infatti ha già ottenuto vittorie di prestigio e mostrato un’ottima costanza nel suo rendimento, ottenendo già undici successi in quest’avvio di stagione.

Le premesse iniziale sono state sicuramente favorevoli al numero ventidue al mondo, subito in grado di issarsi sul 2-0 con serie da 53, 66 e 50. L’irlandese però ha reagito con orgoglio, trovando il pari anche grazie ad un break da 63. I due si sono spartiti poi il quinto e il sesto frame, per giocarsi il successo finale al decider. Qui si è toccato l’apice del drama. Carter sembrava ben avviato, ritrovandosi impegnato in una serie da 67 punti, con l’avversario fermo a 40. L’inglese ha però fallito la bilia chiave, una rossa al centro, che ha permesso a Doherty di andare in ripulitura e di aggiudicarsi il successo con un prezioso break da 30.

Jimmy White, altro giocatore che come Doherty gioca con un card concessa dalla federazione, è stato sconfitto nettamente 4-1 dal cinese Chang Bingyu. Poco da fare per White, che non è stato mai veramente nel match, non aiutato da un Chang molto centrato nel gioco di serie. Il sei volte finalista del campionato del mondo è stato in grado di mettersi in moto soltanto nel terzo frame, vinto in due tempi con il punteggio di 86-0. Il diciannovenne di Urumqi ha sempre tenuto il controllo, siglando complessivamente serie da 61, 75, 60 e 109.

Non si sblocca Reanne Evans, sconfitta con il punteggio di 4-2 da Mitchell Mann. La dodici volte campionessa del mondo ancora non sembra essere in grado di chiudere frame con layout vantaggiosi in una solta visita e questo genere di errori non viene perdonato. Evans è stata brava a restare nel match fino al 2-2, ma poi si è disunita e ha finito per lasciare strada a Mann, che ha chiuso l’incontro con una serie da 55.

Negli altri incontri, netto successo per il dilettante David Lilley, che ha sconfitto 4-0 il giovane Dean Young. Deve ricorrere invece al decider Hammad Miah, che batte 4-3 Ashley Carty. Buon successo anche per Craig Steadman, bravo a superare 4-2 il cinese Chen Zifan.

Sito ufficiale con risultati completi e tabellone delle qualificazioni dello Scottish Open

Sull'autore

Marco Staiano

Le sale fumose, i cazzotti, bere fino all'alba, scommettere l'ultima sterlina sul frame decisivo. Gilet all'ultima moda e cravatte sgargianti. Il genio e la sregolatezza in una stecca. Le macchine da guerra del panno verde. Il Crucible Theater. Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *