Si è conclusa la prima giornata dello Shoot Out, nono torneo full ranking della stagione. Alla Morningside Arena trentuno giocatori hanno ottenuto la vittoria all’esordio nel match-frame da 10 minuti. Eliminato subito Vafaei, campione in carica, sconfitto all’esordio da Murphy. Successo per il quattordicenne Gradinari, Lisowski elimina Allen a un secondo dal termine. Best break di giornata siglato da Mark Williams.

Dopo due giorni di pausa, continua l’azione sul Tour. Iniziato lo Shoot Out, torneo dal particolare format, ormai appuntamento fisso sul calendario dal 2011. La competizione è la sesta della European Series e si concluderà questo sabato. In palio 50.000 sterline per il vincitore, valide per la classifica mondiale.

La classificazione del torneo ha fatto e farà ancora discutere, ma senza dubbio aggiunge un tocco “diverso” alla stagione.

Ricapitoliamo qui le regole:

  • Ogni match si disputa su un solo frame, dalla durata di 10 minuti.
  • Uno shot clock scandisce il tempo per i giocatori. 15 secondi è il tempo massimo di tiro per i primi cinque minuti, 10 per i restanti cinque.
  • È obbligatorio colpire almeno una sponda o imbucare una bilia con ogni colpo.
  • Ogni fallo commesso permette all’avversario di avere palla in mano.
  • Viene effettuato il lag per decidere chi va al tiro di apertura.
  • In caso di parità, il risultato viene deciso da uno shoot-out sulla blu. I giocatori dovranno imbucare a turno dalla D la blu dallo spot fino a un errore dell’avversario.

Nel primo match di giornata, subito eliminato il campione in carica, sconfitto da Shaun Murphy. Il ventottenne di Abadan giocò in maniera sensazionale lo scorso anno, sconfiggendo Williams in finale in maniera convincente. Vafaei siglò inoltre la serie più alta del torneo (123), diventando il primo iraniano a vincere un torneo sul Tour. In un match caratterizzato da più di un errore, è stato però il campione del mondo 2005 ad avere la meglio. L’inglese, dopo essere stato avanti 13-9, con tutto ancora in ballo, ha realizzato una mini-serie da 20 per qualificarsi al secondo turno.

Bella vittoria all’esordio assoluto tra i pro per il quattordicenne Vladislav Grandinari, che ha eliminato l’ex-campionessa del mondo Ng On-Yee. Dopo una partenza a rilento, il giocatore classe 2008, residente a Leeds con la famiglia, ha messo in mostra di saperci già fare, senza temere troppo la pressione. Gradinari ha chiuso sul 40-1, prendendosi anche le parole di lode di Mark Williams. Proprio il tre volte campione del mondo, finalista lo scorso anno, ha giocato un frame praticamente perfetto, mettendo a segno una gran serie da 98 (la più alta della giornata), lasciando a 0 il suo avversario Craig Steadman.

Successo al fotofinish invece per Jack Lisowski, che in uno degli incontri più attesi della giornata, ha superato Mark Allen. Entrambi non hanno espresso il loro miglior snooker, con alcuni errori per nulla usuali commessi da entrambi (nera dallo sport per il nordirlandese, entrata facile su una rossa per l’inglese). Nel finale è stato il recente vincitore del World Grand Prix a passare avanti, ma il mancino di Cheltenham ha sfruttato al massimo la sua occasione, imbucando a un secondo dal termine la nera decisiva per vincere 36-29.

Negli altri match dello Shoot Out, da segnalare la vittoria di Joe Perry su Luca Brecel, ancora a secco nel suo 2023. Il numero 29 al mondo ha realizzato una serie vincente da 58 per accedere al secondo turno. Avanzano gli ex-vincitori Thepchaiya Un-Nooh (42-23 su Ian Martin) e Martin Gould (75-20 contro Jamie Clarke). Prima vittoria tra i pro per Victor Sarkis, che supera in una partita molto equilibrata Mark Joyce con il punteggio di 18-14. Successo per Ken Doherty, che supera in un incontro giocato con spirito leggero Steven Maguire, imponendosi 33-9.

Eliminato invece Jimmy White, sconfitto da Adam Duffy. Il dieci volte vincitore di titoli full ranking ha pagato un in-off nelle fasi iniziali, finendo per perdere 44-7. Nell’ultimo match di giornata, nella rivincita della sfida al Crucible lo scorso anno, Jackson Page supera ancora una volta Barry Hawkins, prendendo in mano il gioco sin dalle prime fase, imbucando alla perfezione dalla distanza: 37-1 il punteggio finale a favore del gallese.

Sito ufficiale con risultati completi dello Shoot Out

Picture credits: WST

Sull'autore

Marco Staiano

Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.