Giunta al termine la quarta giornata dello UK Championship, quinto torneo full ranking della stagione. Conclusi gli ultimi quattro match della prima fase a York. Sono adesso sedici i giocatori che si contenderanno l’accesso ai quarti. Judd Trump soffre, rischia nelle fasi centrali ma poi si aggiudica il decider con Xiao Guodong. Grande prestazione di Hossein Vafaei, che per il secondo anno consecutivo elimina Mark Selby. Shaun Murphy batte al decisivo David Gilbert, mentre Jack Lisowski lascia un solo frame a Xu Si.

Si entra sempre più nel vivo della quarantaseiesima edizione dello UK Championship. Al Barbican Centre di York il tabellone si è allineato agli ottavi di finale dopo la conclusione degli ultimi quattro match della fase finale. Continuano le sorprese dopo ultimi giorni, con ben 7 dei top-16 sconfitti al match d’esordio. Restano dunque in sedici a contendersi il prestigioso trofeo e un primo premio da 250.000 sterline.

Judd Trump, senza esprimere con continuità il suo miglior gioco, supera al frame decisivo un combattivo Xiao Guodong. Il mancino di Bristol ha commesso più di un errore nel suo pomeriggio, non replicando quanto di buono fatto vedere con buona costanza al Champion of Champions. L’inglese ha però mantenuto i nervi saldi nel momento decisivo della partita, piazzando una serie vincente in un frame decisivo che poteva potenzialmente essere favorevole al suo avversario.

Il numero tre al mondo ha un record non propriamente di primo piano nel torneo, nonostante l’affermazione nel 2011. Escludendo le finali ottenute nel 2014 e nel 2020, Trump non è mai andato oltre gli ottavi di finale allo UK Championship in tutte le altre edizioni a cui ha preso parte. Xiao, giocatore che non ruba l’occhio ma capace di spendere la maggior parte della sua carriera tra i migliori 32 al mondo, ha qualche rimpianto per alcuni frame, ma ancora una volta ha dato prova di sapere competere con i migliori.

Il match è iniziato con un frame movimentato. Il cinese, dopo un break da 63, ha rischiato di rovinare tutto sulla gialla della serie finale, lasciando spazio a Trump. Per sua fortuna, il giocatore di Chongqing ha sfruttato un fluke sulla marrone per andare avanti. Trump ha trovato un tavolo favorevole per portarsi sul 1-1 con una serie da 97. La risposta del numero 34 al mondo è arrivata subito dopo, con il primo centone del match (118). Il campione del mondo 2019, grazie a un brillante snooker calato sull’ultima rossa, si è aggiudicato il quarto, portando il match alla pausa in perfetta parità.

Al rientro in sala, dopo un parziale frammentato, il tutto si è deciso di nuovo sui colori della serie finale. Xiao ha imbucato ancora la marrone decisiva per tornare avanti. L’ex-numero uno al mondo, anche grazie a una serie da 66, per la prima volta è passato a condurre, aggiudicandosi due frame consecutivi. L’inglese ha avuto una grossa chance per dare una svolta al match, fallendo però ancora la marrone dopo un errore nel gioco posizionale.

Il cinese ha ripulito il tavolo per riportarsi così sul 4-4. Un break da 60 ha riportato avanti il giocatore di Bristol, che ha però fallito una rosa con il rest che ha dato il via a una serie da 60 del suo avversario, che ha portato così il match al decider. Xiao ha subito tentato un complesso plant nell’undicesimo frame, fallendolo. Trump ha trovato il meglio del suo gioco proprio nel momento decisivo, chiudendo i conti con una serie vincente da 88.

Suo avversario sarà Shaun Murphy, che ha sconfitto in un match avvincente David Gilbert, ottenendo anch’egli la vittoria al frame decisivo. Il campione del mondo 2005 non raggiunge un quarto di finale dallo scorso marzo, quando ci riuscì al Turkish Masters. La sfida con Trump sarà senza dubbi una delle più attese degli ottavi. Il giocatore di Harlow è stato bravo a non lasciarsi scappar via il match, aggiudicandosi con classe gli ultimi due parziali. L’inglese ha anche poi criticato non troppo velatamente l’atteggiamento di alcuni giocatori (compreso il suo avversario). Murphy ha dichiarato di non capire coloro che non danno importanza al gioco, affermando che per lui lo snooker è la cosa più importante al mondo. Gilbert, autore di un buon torneo, non ha demeritato complessivamente, ma è parso abbastanza evidente un certo distacco nel restare attaccato alla partita.

Dopo essersi divisi equamente i primi due frame, Murphy è stato il primo a trovare qualità nel gioco di serie, portandosi avanti 2-1 con una serie da 94. Il campione dello UK Championship 2008 ha fallito una buona chance nel terzo, sbagliando una rossa al centro, subendo l’offensiva del suo avversario. Il numero 19 al mondo ha subito siglato un break da 83 per passare avanti, sbagliando la rossa decisiva per passare a condurre 4-2.

Murphy ha ripulito il tavolo per forzare così una nera decisiva. Dopo una lunga fase tattica, è stato l’ex-numero 3 al mondo a imbucare la bilia decisiva. Il giocatore di Tamworth, indietro 4-3, ha vinto due frame consecutivi e sul 5-4 sembrava in buona posizione per il successo. Il numero 13 al mondo ha lasciato a zero l’avversario nei due restanti frame, siglando un centone (133), prima di chiudere in due tempi un decider mai in discussione.

Hossein Vafaei elimina per la seconda volta consecutiva Mark Selby dallo UK Championship, imponendosi con il punteggio di 6-4. Il giocatore iraniano, non propriamente sereno per la tragedia in atto nel suo paese d’origine, ha dato prova ancora una volta di non temere la pressione, anzi di esaltarsi in situazioni complesse, dimostrando di aver acquisito ormai una certa maturità anche nella gestione dei match più complessi. Il giocatore di Abadan, mai oltre gli ottavi in questa competizione, resta in corsa per il Masters, dovendo raggiungere la semifinale per garantirsi la partecipazione.

Il due volte campione (2012 -2016) del torneo, sfortunato in diverse circostanze, non è riuscito a girare una partita che si preannunciava complessa sin dal sorteggio. Continua dunque la caccia a un titolo per il trentanovenne di Leicester, che non vince un torneo dal Campionato del Mondo 2020.

L’incontro è subito cominciato con qualità, con entrambi i giocatori che hanno dato prova di essere scesi in sala ben centrati. Vafaei ha aperto i giochi con una serie da 80, con Selby che ha subito risposto con un centone tondo. Il terzo frame è stato probabilmente il più equilibrato dell’intero match e si è risolto solo sulle ultime due colorate. L’inglese ha fallito una non semplice rosa al centro e l’iraniano ne ha approfittato con un brillante traversino per ritornare in vantaggio. In due tempi però il quattro volte campione del mondo si è aggiudicato il parziale successivo, riportando i giochi in parità.

Il numero 20 al mondo ha costruito per la prima volta un vantaggio di due frame al ritorno in sala, vincendo il quinto e allungando nel sesto con un gran break da 119. Selby ha subito risposto presente con il secondo centone del suo match (129). Il campione in carica dello Shoot-Out ha però preso un gran traversino subito dopo, dando il via a una serie da 88 per avvicinarsi al successo. Senza tirarsi indietro, l’ex-numero uno al mondo ha vinto il nono, costruendosi poi una chance per forzare il decider. Non riuscendo a sfruttare l’occasione però Selby è rimasto sotto scacco sulla gialla della serie finale e dopo un suo errore Vafaei ha ripulito il tavolo sino alla rosa per garantirsi il successo.

Jack Lisowski non gioca il suo miglior snooker, ma lascia appena un solo frame a Xu Si, qualificandosi per gli ottavi. Il mancino di Cheltenham non ha di certo iniziato la stagione nel migliore dei modi, ma senza dubbi resta un avversario capace di picchi di gioco da non sottovalutare. L’inglese ha raggiunto i quarti di finale allo UK Championship per due volte, l’ultima proprio un anno fa.

Lisowski ha affermato nel post-partita di non aver affrettato troppo i tempi al tavolo e di essersi preso più tempo, senza fare cose spettacolari ma concretizzando le occasioni avute nelle fasi decisive. Xu ha avuto qualche chance per poter entrare nel match, non capitalizzandola. Il cinese ha comunque dato prova di avere talento, con Mark Williams che ha affermato di ammirare le sue capacità e di voler lavorare con lui dopo i suoi successi nelle qualificazioni. Il numero 12 al mondo è andato sul 5-0 con break da 73, 83 e 66, prima di chiudere al settimo sul 70-30.

Sito ufficiale con risultati completi e tabellone dello UK Championship

Picture credits: WST

Sull'autore

Marco Staiano

Sogni, speranze e illusioni celati in ventidue bilie colorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.